La più antica partita di scacchi mai documentata

La più antica partita di scacchi la si può trovare documentata nel poema Scachs d’Amor, scritto dai tre protagonisti della partita: i due giocatori Franci De Castellavi e Narcis Vinyoles insieme all’arbitro Bernart Fellonar. Si possono vedere per la prima volta le mosse moderne degli scacchi e la difesa scandinava, oltre che una particolare ed interessante partita, che in questo articolo viene analizzata.

IN BREVE

INTRODUZIONE

La primissima partita di scacchi mai registrata risale al 1475, ed è quella tra Franci de Castellvi, con il Bianco, e Narcis Vinyoles, con il Nero, commentata da Bernat Fenollar

Questa partita è parte del poema Scachs d’Amor (Scacchi dell’Amore), scritto dai tre. Qui il bianco è presentato come Marte e il nero come Venere. La partita è un dibattito sull’amore tra i due giocatori con gli intermezzi del commentatore. 

E’ stata giocata a Valencia, in Spagna, nel 1475, ma fu scoperta come codice di tredici pagine nella cappella del Palau de Barcelona nel 1905 da Ignacio Casanovas (1872-1936), un filosofo spagnolo. L’originale contenente il poema fu in seguito perso, ma una fotografia del testo è stata conservata presso la Biblioteca Cataluña di Barcellona.

Photo by Chessbase ©

Se sei interessato alla Storia degli Scacchi leggi i nostri precedenti articoli sull’argomento:

Vedi: La storia degli scacchi: Origine del Nobil Giuoco

Vedi: Storia degli scacchi: Shatranj, dalla Persia all’Europa

Vedi: Grandi giocatori

IL POEMA SCACHS D’AMOR

Il poema usa il gioco come allegoria dell’amore. La sua struttura si basa su sessantaquattro strofe (uguale al numero delle case della scacchiera), nove versi ciascuna. Le strofe sono raggruppate in terne: la prima strofa del gruppo rappresenta la mossa del Bianco, la seconda la mossa del Nero e la terza il commento. Le tre strofe all’inizio sono un’introduzione, mentre l’ultima è lo scacco matto.

Si ritiene che questo sia la prima partita di scacchi documentata con le regole moderne relative alle mosse della regina e dell’alfiere, ed è inoltre la prima apparizione documentata della Difesa Scandinava.

Scachs d’Amor
Photo by Wikipedia ©

LE TRE FIGURE: CHI SONO?

Franci De Castellavi era il proprietario di diverse città e consigliere nella corte Aragonese del re Ferdinando. Era un membro di un’illustre famiglia Valenciana.    

Narcis Vinyoles era un politico e uno scrittore, conosciuto per le sue produzioni letterarie. Era membro di una famosa famiglia di avvocati

Bernart Fellonar, commentatore e arbitro, era membro di un’importante famiglia Valenciana. Era un prete, un matematico, ma anche un organizzatore di eventi culturali. Si dice che scrisse il primo libro sugli scacchi, che poi è andato perduto.

la partita: Franci De Castellavi contro Narcis Vinyoles

Valencia, Spagna, 1475.

La partita si apre in modo particolare. 

  1. e4 d5 

Questa specifica apertura, secoli dopo, verrà chiamata Difesa Scandinava.

2. exd5 Dxd5

3. Cc3

Qui il Cavallo bianco guadagna un tempo contro la Regina nera.

3. …Dd8

Il Nero decide di riportare indietro la Donna.

4. Ac4 Cf6

5. Cf3 Ag4?

Qui l’alfiere nero punta a catturare il cavallo bianco, e nella mossa successiva ( 6. h3 Axf3 ), riesce nel suo intento. Ma è un errore perché il Bianco può replicare con 6.Axf7 e se Rxf7 allora Ce5+ e il Bianco guadagna complessivamente un pedone alla fine di tutto. Ma il Bianco gioca in partita:

6. h3? Axf3

7. Dxf3

Già da qui si può notare, nonostante tutto, come il Bianco stia dirigendo la partita in modo migliore rispetto al Nero. Sceglie mosse migliori e più strategiche e che lo portano in vantaggio di posizione.

In questa posizione, la regina bianca sta minacciando di catturare il pedone in b7.

Il Nero dovrebbe difendersi, muovendo ad esempio il pedone in c6, oppure il cavallo sempre in c6. Ma il nero gioca una mossa differente. Muove in e6 che è un grave errore da parte del Nero.

7. …e6?

La regina bianca riesce a compiere la mossa pianificata e cattura in b7, attaccando la Torre.

8. Dxb7

Il cavallo si sposta allora in d7 e lascia alla regina il compito di difendere la torre.

9. Cb5

Ora il cavallo bianco minaccia di mangiare in c7, facendo così una forchetta al Re e alla Torre, ma il Nero muove la torre in c8, evitando prontamente l’avvenirsi di questa situazione ostile.

9. …Tc8?!

Probabilmente era migliore a tale fine Ad6.

 10. Cxa7 Cb6

 11. Cxc8 Cxc8

 12. d4 Cd6

Attacco alla regina bianca!

 13. Ab5+ Cxb5

 14. Dxb5+ Cd7

 15. d5

Il bianco vuole aprirsi alcune vie di gioco e possibilità di movimento con questa mossa, essendo il re nero ancora fermo al centro della scacchiera.

15. …exd5

16. Ae3 Ad6

17. Td1 Df6

18. Txd5 Dg6

Qui la regina è una minaccia per il pedone in g2 e per quello in c2, dipende tutto dalla mossa che il bianco andrà a giocare.

Il bianco muove l’alfiere in f4, invitando in nero a catturarlo, ed è esattamente ciò che fa, muovendo il proprio alfiere in f4

19. Af4 ?

Mossa sbagliata! Se qui il Nero giocasse Dxg2 sarebbero grossi problemi per il Bianco perché minaccia la Torre in h1 e minaccia De4+ con cui si perde l’Alfiere in f4.

Invece il Nero sbaglia e gioca:

…Axf4??

Errore decisivo della partita: il Bianco adesso dà matto in due mosse!

20. Dxd7+ Rf8

21. Dd8#

Scacco matto! Vince il Franci de Castellavi con il Bianco!

Il livello dei giocatori nella partita può non sembrare poi così alto, ma se si considera le regole e le dinamiche di gioco dell’epoca nella quale la partita è stata giocata, allora l’asticella diventa molto più alta. Se oggi sono considerati dei principianti, in passato i due giocatori sarebbero stati considerati dei forti giocatori. 

riferimenti

 

Riferimenti

  • Wikipedia, l’enciclopedia libera
    Wikipedia
  • ChessGames, online chess database and community
    ChessGames
  • Chessbase 16, il migliore programma per lo studio scacchistico
    Chess Base 16

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato e non perderti altri articoli di scacchi!

ultimi articoli

2 pensieri riguardo “La più antica partita di scacchi mai documentata

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...